Assimetrie tra bene e male

La filosofia degli opposti pervade tutta la cultura filosofica teologica e massonica. Due sono le correnti di pensiero che a mio parere si occupano di questa tematica: quella esoterica e quella essoterica. Nella corrente di pensiero essoterica il bene e il male sono al di fuori dell’uomo e fungono da punti cardinali. Nella cultura esoterica il quadro d’insieme è rovesciato, anche se si percepisce un parallelismo di fondo. Il bene e il male sono intrinseci dell’uomo ed esistono uno in funzione dell’altro, cosa che è esclusa dall’essoterismo; il bene-creatore non esiste in funzione del male e della sua rappresentazione, in caso contrario ci si troverebbe di fronte a due entità supreme e creatrici, cosa che normalmente è esclusa. Nell’esoterismo il bene e il male si fronteggiano, acquisendo reciprocamente senso e valore; la rimozione di uno dei due poli farebbe perdere all’altro la ragione di essere e il tutto collasserebbe nell’indistinto. Questo aspetto è ben simboleggiato dal simbolismo orientale di Yin e Yang.  Questo fatto è ben esemplificato nel racconto di Stevenson «Lo strano caso del Dr Jekhyll e di Mr Hyde». Questo racconto narra le vicende del Dr Jekhyll che scopre una pozione in grado, bevuta, di trasformare le persone facendo emergere il lato oscuro-male della personalità. Consumandola una prima volta si trasforma nel gretto e pericoloso Mr Hyde, che, nel corso della sua breve esistenza, si macchia di varie atrocità tra cui anche un delitto verso un personaggio politico, per il quale viene condannato a morte. Bevendola una seconda volta può invece tornare ad essere il Dr Jekhyll. Il dottore coltiva con una certa indulgenza questo proprio lato oscuro bevendo a più riprese la pozione, ma ad un certo punto non riesce più a controllare la sua trasformazione in Mr Hyde che diventa spontanea e sempre più difficilmente reversibile. Questo fatto lo porta alla decisione finale di suicidarsi per evitare di lasciare libero il campo a Mr Hyde che comunque è ricercato dalla polizia. Come scrive il Dr Jekhyll nella sua confessione finale, la fondamentale differenza tra bene e male è che il bene solitamente riconosce il male e si compiace della sua esistenza in quanto generatrice di senso per la propria esistenza. Il bene ha quindi un occhio di indulgenza per il male. Infatti il Dr Jekhyll coltiva il proprio lato oscuro con la pozione da lui ideata che permette al suo lato oscuro di emergere.  Tuttavia questa indulgenza non è reciproca. Il male non si cura affatto dell’esistenza del bene, se non quando l’esistenza fisica dell’uomo (uomo come portatore di entrambi) è in pericolo. Cioè il male, persa l’attitudine maligna che gli viene attribuita dalla cultura essoterica, assume le sembianze della totale materialità; il male è l’assoggettamento dell’uomo alla soddisfazione immediata dei suoi bisogni e desideri materiali, senza nessun riguardo per gli altri e per la società. Una sorta di caos primordiale. Questo male è disposto a cedere spazio al bene come è ben illustrato dalla storia raccontata nella novella che sto analizzando, solo quando è fisicamente minacciato di morte dalla pena capitale inflittagli. In questa interpretazione allora anche il bene perde la sua sacralità essoterica e diventa semplicemente un bene esoterico, non meno importante, il cui scopo è la costruzione armoniosa del sistema mondo-società. La fondamentale difficoltà del gestire questa dualità è il fatto che il bene, con la sua indulgenza, rischia di offrire al male troppo spazio di manovra, al punto tale che quest’ultimo può causare danni irreparabili. La soddisfazione individuale è spesso in contrasto con il benessere della totalità, obiettivo principale del bene esoterico. Questa idea dualistica si ritrova in altri simboli e miti. Uno su tutti è forse il mito delle origini dell’amore proposto dal discorso di Aristofane nel Simposio. I proto-uomini, creati dalle divinità con 4 gambe, 4 braccia, 2 teste ecc., si dimostrano troppo felici della propria esistenza e sotto questo aspetto si avvicinano pericolosamente allo statuto di divinità. Per questo, in un secondo tempo, vengono divisi in modo da ricordar loro di essere umani e non divini. La divisione a metà dei loro corpi e delle loro anime fa si che gli umani attuali passino la maggior parte del proprio tempo alla ricerca dell’anima gemella. Affondando nella simbologia massonica si può reperire, tra i vari oggetti, la squadra che sicuramente più di altri ci rimanda alla riflessione precedente. Sia la sua forma sia la sua funzione rimandano alla dualità bene-male. Il cateto orizzontale solitamente è associato alla materialità e il cateto verticale alla spiritualità. Ecco di nuovo bene e male con un nuovo vocabolario. L’asimmetria tra i due aspetti è simboleggiata dal fatto che non sempre si ha a che fare con una squadra a 45°. In una squadra di 60° per esempio, uno dei due cateti è lungo il doppio dell’altro. Si ha quindi un’infinita serie di abbinamenti bene-male (cateti) collegati dall’appropriata mediazione (ipotenusa) con i quali si può comunque avere un angolo retto che può essere usato per la costruzione del tempio. Questo ci sta ad indicare che quello che conta fondamentalmente è la mediazione tra i due opposti, mediazione che, indipendentemente dalla prevalenza di una delle due forze, ci permette di costruire. Allora, puntualizzando nuovamente il simbolismo, posso dire che se un cateto (orizzontale) indica la materialità-male e l’altro la spiritualità-bene, l’ipotenusa indica la volontà-mediazione che li collega. Il dovere di ciascuno è quindi quello di trovare la propria ipotenusa affinché la nostra opera sia costruttiva, e di vegliare affinché il male non prenda il sopravvento, facendo simbolicamente collassare la squadra ad un segmento lineare senza spiritualità.

Vi invito dopo questo articolo a vedere le varie culture e a fare un parallelismo tra esse

Questo è un invito a questa pagina facebook

https://www.facebook.com/groups/2902453913136827/?ref=share

La camomilla

La camomilla è una pianta che ha moltissime proprietà. Infatti, questa pianta erbacea rilassa, induce un sonno sereno, allevia le coliche dei neonati ma anche i disturbi gastrointestinali degli adulti. Il suo utilizzo non è solo “interno” ma anche “esterno”. Dai rimedi di bellezza a quelli fitoterapici, la camomilla non finisce mai di stupire. Inoltre, lenisce i disturbi legati alla congiuntivite, al mal di gola e anche al mal di denti, grazie alle sue proprietà antinfiammatorie.Esistono diverse varietà ma le più usate sono : la camomilla romana o comune e la camomilla tedesca.

Varietà

Si parla spesso di camomilla ma bisogna sapere che ne esistono diverse specie. Le più famose e le più usate sono la camomilla romana ( chiamata anche comune) e la camomilla tedesca. Ma tutte le varietà hanno numerosi benefici e vengono usati sia nella cosmesi che in medicina naturale.

Camomilla tedesca

La camomilla tedesca non viene dalla Germania, come si potrebbe credere ma è coltivata in Europa, Asia e Nord America. Questa pianta è molto efficace per combattere:
gastroenterite
gastrite
ulceri gastrici
diarrea
spasmi digestivi.
Inoltre è molto efficace per alleviare i sintomi mestruali.Le sue proprietà lenitive aiutano a combattere stress e insonnia ma anche:
disturbi dell’attenzione
ansietà
depressione
tensione nervosa.
Non solo, dà sollievo a:
irritazioni e infiammazioni della pelle ( eczema, bruciature, trattamento post epilatorio, scottature, ecc. )
mucose ( afte, congiuntivite)
vie respiratorie ( raffreddore).
Infine, è un aiuto efficace per trattare gli emorroidi.

Camomilla romana o commune

La camomilla romana è la più diffusa. Ha le stesse qualità analgesiche e antispasmodiche della tedesca. Quindi può anche essere utilizzata per i problemi digestivi. Ecco le sue principali azioni:
antispasmodica
antalgica
antianemica
vermicida
febbrifuga ( fa abbassare la febbre)
vermifuga
emmenagoga ( provoca o regolarizza il ciclo mestruale)
sudoripara ( aumenta il sudore)
sedativa.
Usata nella cosmesi

Camomilla romana in cosmetica capillare 

La puoi trovare in lozione, shampoo, crema, la romana è molto usata come colorante naturale dei capelli per schiarirli. Inoltre, calma pruriti del cuoio capelluto.

Dà sollievo al tuo bebè

La camomilla romana accompagna la crescita del bambino. Calma e rilassa quando ha mal di pancia ma anche quando sta per uscire un dentino. Fai un massaggio sulle gengive con una goccia di olio essenziale di camomilla romana per diminuire il dolore . Non solo la crema ha delle virtù cicatrizzanti per la cura della pelle e la puoi usare per dare sollievo se tuo figlio ha un eritema da pannolino.

Proprietà

La camomilla è, a tutti gli effetti, una pianta medicinale utilizzata in tutto il mondo per le sue molteplici proprietà. I capolini sono ricchi di flavonoidi, lattoni che gli conferiscono proprietà antiflogistiche simili a quelle svolte dal cortisone, e sali minerali quali:
calcio
potassio
manganese
sodio
fluoro. Il principio attivo tipico della camomilla è il camazulene, una molecola dalle proprietà antibatteriche ed antinfiammatorie. Il camazulene si estrae dai capolini per distillazione.
La camomilla è anche ricca di:
mucillagine che ha un’azione protettiva sulle mucose;cumarina che aumenta la resistenza dei capillari, svolge un’azione spasmolitica sulla muscolatura liscia. Ha anche un’azione antibatterica e antivirale. Infine, stimola la pigmentazione cutanea;
polisaccaridi.
Inoltre la camomilla presenta, seppur minimo, un dosaggio di Vitamina B1 e C. Infine, i capolini contengono un olio essenziale. Ecco i suoi principi attivi :alfa-bisabololo: proprietà lenitive
camazulene: azione antinfiammatoria ed antiallergica
guaiazulene: principio lenitivo e calmante
cerulene
farnesene.

Benefici della camomilla
Antinfiammatoria e decongestionante

Le componenti dell’olio essenziale di camomilla, azulene e alfa-bisabololo, conferiscono a questo prodotto importanti proprietà antinfiammatorie. Infatti, la camomilla lenisce le irritazioni dei tessuti, sia interni che esterni, grazie ai suoi poteri decongestionanti e lenitivi. Perfetta in caso di:congiuntiviti
gastrite
sindrome colon irritabile
diarrea
flatulenza
riniti
irritazioni del cavo orale
infiammazioni urogenitali. Ricostituente
Se tutti conoscono i suoi effetti sedativi, meno conosciuti sono i suoi effetti ricostituenti e tonici che si ottengono prolungandone l’infusione. Quindi infuso leggero prima di andare a letto, forte la mattina per affrontare con energia la giornata. Proprietà sedative
In realtà, le proprietà sedative della pianta sono forse tra le più conosciute. Tuttavia, è fondamentale specificare che non ha un effetto ipnoinducente, come ad esempio quello esercitato dalle benzodiazepine, ma proprietà antispasmodiche in grado di indurre un rilassamento muscolare che predispone ad un buona qualità del sonno. Proprietà spasmolitiche
Il rilassamento muscolare indotto dalla camomilla la rende perfetta anche in caso di:crampi intestinali
dolori mestruali
digestione difficile
spasmi muscolari.
Una tisana di questa pianta è ottima anche quando sei stressato, nervoso o ansioso. Questa volta sono i flavonoidi, le cumarine glicosilate e gli acidi fenolici a conferire le proprietà spasmolitiche, sedative ma anche antiossidanti. Cicatrizzante, propietà analgesiche.

Camomilla: modalità d’uso


Le proprietà della camomilla sono davvero molte. Per questo motivo, l’utilizzo di questa pianta, per sfruttare al massimo i suoi benefici, prevede preparati per “uso interno” e per “uso esterno”, a seconda dei disturbi.
I capolini, essiccati all’ombra e in un luogo areato, sono gli unici ingredienti utilizzati per la preparazione di:
Infusi
olio essenziale
impacchi
creme
lozioni. Con i fiori di camomilla puoi fare:Infuso (un cucchiaio di capolini per 3 minuti in una tazza d’acqua calda)
decotto (un cucchiaio di capolini per 15 minuti in una tazza calda).
Invece, l’estratto secco della pianta ha un’azione antinfiammatoria utile al benessere della pelle e per contrastare la gastrite e la colite. Si consiglia la dose di 200 mg tre volte al giorno, per almeno 20 giorni.

Vediamo ora Come preparare la camomilla essiccata in casa

La camomilla è una pianta spontanea che puoi avere in casa, i fiori vanno raccolti quando è il periodo di fioritura ( tra maggio e giugno) per poi essiccarli.Taglia lo stelo e lava i fiori velocemente sotto l’ acqua del rubinetto. Asciugali delicatamente con la carta assorbente. Prendi una teglia grande, metti un canovaccio e disponi i fiori. Metti la teglia in una stanza ariosa e con poca luce. Aspetta circa 5-6 giorni. Dopo qualche giorno, i fiori cominciano a diventare più scuri e a sgretolarsi, vuole dire che sono pronte. Conservare i fiori di camomilla in una scatola ermetica.

Ci sarebbe tanto da dire sulle propietà della camomilla..ma per ora mi fermo qui , buona tisana

Olistico

La medicina olistica si occupa della cura della persona e non della malattia e più che guardare al sintomo, guarda alla causa che lo ha scatenato e non all’organo che lo manifesta. Mira al riequilibrio invece che alla cura, stimolando il naturale processo di auto guarigione del corpo. La medicina olistica non mira solo a guarire ma anche a prevenire alcuni disturbi e a migliorare in generale lo stato di salute psicofisico. Si tratta di rappresentare uno stato di salute “globale”, l’unione di mente, corpo, ambiente e società e il termine deriva dal greco “OLOS” che significa “totalità , tutto. Abbraccia svariate discipline e pratiche che si differenziano dalla allopatica e tradizionale che cura sintomi ed organi con i farmaci . Rientrano svariate discipline (naturopatia, riflessologia, massaggi, dietologia, arti energetiche”, osteopatia, omeopatia, ….) si occupano di preservare, mantenere e aiutare a recuperare l’ottimale stato di benessere psico-fisico.  La medicina olistica a tale scopo fa uso anche di antiche pratiche che derivano da altrettanto antichi da sapere quali. Anche tante pratiche naturali possono essere considerate olistiche: floriterapia australiana e di Bach, tra le altre. Tale tipo di medicina crede la malattia sia da terreno cioè che la rimozione di blocchi energetici dal nostro tessuto emozionale , consente l’ottenimento del normale stato di benessere, del naturale equilibrio psicofisico della persona. L’operatore olistico non è un medico ma un facilitatore, una sorta di educatore al benessere . Esiste una vasta bibliografia in merito e tanti studi che ne accertano l’efficacia e l’assenza di invasività e controindicazioni per cui la sua diffusione è in continuo aumento. 

Descrizione delle pratiche olistiche.

Il Reiki
il Reiki è una tecnica naturale di riequilibrio energetico, è uno dei tanti metodi che possiamo scegliere per ritrovare la luce interna che a volte, si spegne; un lume che viene soffocato dalla tristezza, dalla paura e/o dalla rabbia non espresse.

La cristalloterapia
E’ un altro metodo di riequilibrio energetico che avviene grazie all’aiuto di cristalli che fungono da antenna e ci risintonizzano con l’energia naturale che ci circonda.
I cristalli possono aiutarci anche usandoli come monili o esposti in casa, ma per un risultato duraturo e profondo è consigliabile fare degli incontri individuali nei quali vengono studiati dei layout adatti alle diverse problematiche.

La meditazione
E’ la tecnica che ci permette di incontrare il nostro vero volto, quella parte del nostro vero se’ che vive nascosto dentro di noi offuscato dallo stress, da sensazioni e sentimenti che hanno mortificato il nostro bambino interiore. Affinché accada di “ripristinare” il giusto equilibrio dobbiamo praticare quotidianamente la meditazione, ritrovare la consapevolezza del nostro respiro, di ciò che siamo e di ciò che vogliamo diventare.”

Photo by Johannes Rapprich on Pexels.com

Namastè

Come depurare il corpo naturalmente ⚫ i 5 elementi

Bentornati anche oggi con un nuovo articolo su Living Deep! Oggi vediamo come depurare il corpo naturalmente. Questo funge da prevenzione, così non ci serviranno rimedi NON naturali in un secondo momento. Cosa ancora più importante ci permette di vivere ed essere in forma nel momento presente, oggi, adesso, che è la cosa più importante […]

Come depurare il corpo naturalmente ⚫ i 5 elementi

Pensiero

Uomo, quand’è l’ultima volta che ti sei sentito davvero felice?Schiavo del Dio Denaro.Schiavo del sistema.Stressato, infelice, ti affoghi nei vizi, per non vedere, per non pensare.Sempre più lontano dall’Anima.Sempre più lontano dalla tua vera Essenza.Corri frenetico, lasci che ti manovrino per due soldi, ti arrovelli il cervello per le tante,troppe spese e oltre a questo anche per il futile e l’inutile.Ma qual’è il senso della Vita?Nascere, tribolare e morire?Ne sei davvero convinto?Siamo nati per essere felici, per trovare noi stessi, per evolverci e per liberarci dalla manipolazione mediatica ed economica.Risvegliati Uomo. Adesso.Torna a te. Butta l’orologio, liberati del superfluo, cerca chi sei e lasciati guidare dall’Universo.Torna alla Natura. È un atto di coraggio, il più grande che tu possa fare, ma ricorda che la libertà non ha prezzo, perché la libertà è felicità!

La strega delicata

Rete wireless umana: Quando sensazioni e sentimenti si incontrano

C’è un qualcosa di “non detto” e “non scritto” che ci sta accomunando, si anche ora che sto scrivendo questo articolo, e si chiama connessione. Ora, noi pensiamo alla “connessione” intesa come il mezzo attraverso la rete internet per interfacciarci con il mondo esterno e dare e riceve segnali sotto forma di bit. E se […]

Rete wireless umana: Quando sensazioni e sentimenti si incontrano

Lavanda

L’olio essenziale estratto dalla pianta di lavanda esercita un’azione riequilibratrice del sistema nervoso centrale, essendo contemporaneamente tonico e sedativo; calma l’ansia, l’agitazione, il nervosismo; allevia il mal di testa e i disturbi causati dallo stress; aiuta a prendere sonno in caso di insonnia, antisettico e antibiotico, rimedio molto valido nel trattamento di tutte le malattie da raffreddamento: influenza, tosse, raffreddore, sinusite, catarro. Antispasmodico, calma dolori e spasmi addominali e può dare beneficio in caso di dolori mestruali (è però da evitare in caso di mestruazioni abbondanti). Antisettico, se diluito nel detergente intimo o in lavande interne, contrasta le affezioni del sistema genito-urinario, come la cistite. Antinfiammatorio, analgesico, utilizzato in lozioni e oli per massaggi, allevia i dolori causati da strappi muscolari e reumatismi e aiuta nei ristagni linfatici causati dalla presenza di cellulite. Cicatrizzante, è impiegato sulla pelle, anche la pelle dei bambini, come ottimo rimedio in caso di ustioni, ferite piaghe, apporta sollievo in presenza di punture d’insetti, eritemi solari, irritazioni causate da medusa. Disturbi infantili è un’ottima essenza per i bambini: coliche, irritabilità, raffreddori, agitazione notturna, possono essere alleviati da un massaggio sulla nuca o sul petto con olio essenziale di lavanda o con qualche goccia dell’essenza messa sul cuscino o nell’acqua degli umidificatori dei termosifoni.

Ti piacciono i datteri?

Sono spesso ingiustamente considerati come dolci. Ma ci sono molte buone ragioni per mangiarli regolarmente! Quindi, la prossima volta che hai voglia di uno spuntino quando fai zapping serale, mangia un dattero! 

Mangiare i datteri evita la presenza di depositi nei vasi sanguigni. Un eccesso di depositi può portare all’ostruzione delle arterie. Questo aumenta la possibilità di ictus, infarti e altre malattie. Mangiare tre datteri al giorno farà una grande differenza!

Rafforzano il fegato

fanno bene al cuore. Poiché il frutto contiene molto potassio, sono molto efficaci nella prevenzione delle malattie cardiovascolari. Il rischio di ictus e di attacchi cardiaci diminuirà e allo stesso tempo abbasserà il colesterolo LDL.

Quindi stasera prova e se non li hai in casa comperarli , oltre che buoni fanno bene …

Articolo diverso: Vi pongo una serie di domande

Appurato il momento storico ed incredibile che stiamo vivendo, vi pongo queste domande: Avete dato una svolta alla vostra vita familiare? Avete dato una svolta alla vostra vita lavorativa? Avete realizzato qualche sogno nel cassetto? Avete migliorato il rapporto con gli altri? Avete cambiato strategia nell’affrontare i problemi della vita? Vi siete presi cura dei […]

Articolo diverso: Vi pongo una serie di domande
Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito